Animali e Fauna in Agriturismo: la Carpa - Flora e Fauna in Agriturismo - Scopri le Attività la Flora e la Fauna in Tutto Agriturismi

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Animali e Fauna in Agriturismo: la Carpa

Pubblicato da in Fauna ·

Carpa comune



Nome: Cyprinus carpio
Origine: Asia

La carpa comune è
caratterizzata da evidente polimorfismo legato alla diversa quantitа e disposizione delle squame e alla variabilità del rapporto tra altezza e lunghezza del corpo. Il corpo è allungato nei soggetti selvatici e alto ed arcuato in quelli allevati.
Un altro elemento di differenziazione sono le squame, tanto che gli esemplari interamente ricoperti di squame si chiamano
carpa regina, quelli che ne sono totalmente privi carpa nuda o carpa cuoio. Inoltre, gli esemplari che hanno un numero ridotto di squame di grosse dimensioni, irregolarmente distribuite, si chiamano carpa a specchi, mentre quelli con una serie regolare di piccole squame sul dorso sono definite a file di squame.

Le principali caratteristiche della carpa sono:
-testa conica
-bocca piccola e protrattile con labbra spesse
-presenza di due paia di barbigli
-denti faringei, molariformi  e disposti in tre serie su ciascun lato
-linea laterale con andamento rettilineo
-ampia variet
à di colori generalmente legata a tonalitа brunoolivastre, verde-grigiastro, con riflessi dorati sui fianchi

La carpa
è una specie dacqua dolce e vive in tutti i continenti, preferendo gli ambienti con acque stagnanti, come laghi, bacini idrografici, stagni e le zone di fondale dei fiumi. E' una specie dotata di alta adattabilità a condizioni ambientali difficili ed è allevabile anche in zone tropicali e subtropicali.
La carpa
è onnivora, anche se si nutre prevalentemente di insetti dacqua, larve, vermi, molluschi, zooplancton e materiale di origine vegetale. La fase di deposizione viene completata in più riprese e il quantitativo di uova rilasciate è compreso tra 100 e 230g per kg di peso corporeo. Dopo circa 3 giorni dalla schiusa, la vescica natatoria delle larve è quasi completamente sviluppata ed inizia la fase di nuoto e lalimentazione.

La riproduzione della carpa pu
ò essere di due tipi:
-naturale: ha luogo a maggio e giugno (temperatura dell
acqua: 18 °C) e ad una profondità massima di 80cm. Sulle sponde viene fatta crescere unabbondante vegetazione per garantire un valido supporto alle uova, rivestite di una sostanza adesiva. Le larve inizialmente misurano 4,5mm e riassorbono il sacco vitellino entro 4 giorni, per poi iniziare a nuotare alla ricerca di zooplancton;
-controllata: ha luogo nei mesi primaverili e si avvale di una tecnica di stimolazione ormonale, attuata attraverso l
iniezione nel tessuto muscolare di una soluzione contenente ipofisi di carpa. Liniezione viene effettuata nellarea posteriore alla pinna dorsale sia alle femmine che ai maschi.
La fase successiva prevede la spremitura dei riproduttori, facendo delicatamente fuoriuscire dal ventre delle femmine anestetizzate le uova, alle quali viene aggiunto
il liquido seminale prelevato dai maschi tramite pipetta. Sperma e uova vengono mescolate e l'incubazione delle uova fecondate ha luogo allinterno di recipienti (bottiglie di Zug) per circa 52 ore a 26°C.

Descrizione inviata da Sandro




Flora e Fauna
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu