Natura in Agriturismo: l’Indivia Riccia - Flora e Fauna in Agriturismo - Scopri le Attività la Flora e la Fauna in Tutto Agriturismi

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Natura in Agriturismo: l’Indivia Riccia

Pubblicato da in Flora ·

L’Indivia Riccia



Nome originale: Indivia riccia
Famiglia: Composite
Genere: Chichorium endivia

L’indivia riccia è comunemente conosciuta con il nome "scarola" ed è una pianta erbacea perenne con molte foglie verdi dal sapore leggermente amaro.
A differenza della semplice insalata, l'indivia è ricca di numerosi nutrienti essenziali per il nostro organismo. Composta da circa il 90% di acqua, contiene fibre alimentari e carotenoidi, ad azione antiossidante, concentrati nelle foglie esterne, dal colore verde più intenso.
Le sostanze che gli conferiscono il gusto amaro hanno proprietà aperitive e digestive. Ci sono poi Vitamina A, Vitamina C antiossidante necessaria al nostro corpo per mantenere l’integrità dei vasi sanguigni, della pelle, degli organi e delle ossa; Vitamina K che serve al sangue per coagulare normalmente, alle ossa per proteggersi dalle fratture, alle arterie per non calcificarsi, al fegato e alla prostata per proteggersi dal cancro.
L'Indivia Riccia contiene anche Vitamine del gruppo B come acido folico, acido pantotenico, piridossina, tiamina, niacina, e ancora sali minerali, come manganese, rame, ferro, potassio, calcio.

L’Indivia riccia è particolarmente indicata in diete a ridotto regime calorico, in caso di sovrappeso, obesitа, diabete, ha un effetto saziante e blandamente lassativo, con azione diuretica e depurativa.
Nella digestione favorisce la produzione di succo gastrico.

L’indivia Riccia può essere cucinata in vari modi: lessata e servita all’agro, con olio e limone, oppure consumata semplicemente come insalata, o come componente di minestre e minestroni.

Descrizione inviata da Luca



Flora e Fauna
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu